CENTRO STUDI BORGOGNA – INCONTRO FORMATIVO SULLA MODIFICA DELL’ORDINAMENTOPENITENZIARIOIntervista alla Dott. Roberta Cossia, Magistrato del Tribunale per i minorenni di Milano

Siamo oggi al Centro Borgogna per parlare della parte della Riforma dell’Ordinamento Penitenziario che ha
ad oggetto i diritti dei detenuti, dei condannati ovverosia la parte sostanziale, la parte forse che ha avuto
attuazione maggiore rispetto alle attese e soprattutto rispetto a quello che era il progetto di Riforma in
origine previsto; che, invece, prevedeva anche l'abolizione delle preclusioni del 4 -bis e l'ampliamento
dell’accesso alle misure alternative alla detenzione. Questa parte non è stata tradotta poi in Legge, mentre
la parte che riguarda i Diritti dei detenuti invece ha avuto molto maggiore attuazione rispetto forse anche
alle aspettative; e, forse, anche l’orientamento di questo attuale Governo.
Quello che spiace -sarò sintetica perché non è sulle singole norme il momento questo di parlare- è che non
è stata data previsione e attuazione a quella parte di regole sul disagio psichico. Tema che è stato, invece,
totalmente disatteso. Quindi, non c’è più alcuna norma a riguardo al disagio psichico, alla malattia mentale
come invece era nel progetto originario. Non è chiaro se si intenderà forse dar luogo ad un diverso testo su
questa materia perché il problema esiste. E il problema principale è che non è stato neanche minimamente
contemplato, quindi sono tutti un po’ in difficoltà.

Law Talks Redazione

Guarda tutti i post

La Newsletter di Law Talks

Accetto l'informativa sulla privacy

I Vostri video

Per video corporate, video presentazioni, convegni, videonewsletter, contatta la Redazione per maggiori informazioni.

Più Info