CENTRO STUDI BORGOGNA – INCONTRO FORMATIVO SULLA MODIFICA DELL’ORDINAMENTO PENITENZIARIO Intervista all’Avv. Antonella Calcaterra, Penalista


Il mio intervento oggi sarà concentrato sulla novità contenuta nella Riforma del Penitenziario che riguarda
le cosiddette semplificazioni delle procedure; e, in particolare, sulla definizione anticipatoria sulle misure
richieste e per i liberi sospesi con pene fino a un anno e sei mesi. La nuova Legge è intervenuta nella
speranza di forse risolvere questo problema. Che, soprattutto in alcuni Tribunali, è molto serio. Il problema
dei liberi sospesi, attiene alle persone che hanno delle pene che devono essere ancora gestite dal Tribunale
di sorveglianza e che rimangono in attesa della decisione del Tribunale di sorveglianza a volte per due o tre
o quattro anni, con tutte le conseguenze che naturalmente vi sono sulle vite di queste persone.
Perché non è detto che le persone non vogliano in qualche modo saldare i propri debiti con la giustizia.
Allora, la nuova procedura semplificata fa sì che vi sia una decisione -o dovrebbe esserci una decisione- più
rapida da parte del Magistrato relatore del Collegio, perché è comunque e sempre una procedura di
competenza del Tribunale che, però, può anticipare con una istruttoria molto rapida la decisione.
Delegando, appunto, il Presidente – il Magistrato relatore, in maniera tale che possa essere applicata de
plano una misura alternativa che dovrebbe avere una rapida applicazione.
Naturalmente poi ci sono i casi di opposizione che rallenterebbero o, perlomeno, darebbero luogo poi alla
cosiddetta Procedura partecipata.
Niente di rivoluzionario. Ma, forse, qualcosa di buono soprattutto rispetto a queste giacenze che ci sono in
alcuni Tribunali importanti e, naturalmente, a condizione che si faccia diciamo una interpretazione rapida e
una applicazione concordata con protocolli per la gestione appunto dell’istruttoria, in maniera tale che si
possano in qualche modo smaltire questi fascicoli rispetto a pene di persone che, spesso e volentieri, sono
comunque libere da quattro o cinque anni.

Law Talks Redazione

Guarda tutti i post

La Newsletter di Law Talks

Accetto l'informativa sulla privacy

I Vostri video

Per video corporate, video presentazioni, convegni, videonewsletter, contatta la Redazione per maggiori informazioni.

Più Info