CENA PER IL CAPODANNO CINESE ORGANIZZATO DALLA FONDAZIONE ITALIA CINA – INTERVISTA ALLA DOTT.SSA JADA BAI

Dott.ssa Jada Bay, Coordinatrice della Scuola permanente della Fondazione Italia-Cina.

Innanzitutto, me lo spiego con una maggiore presenza della Cina nella scena mondiale e con un flusso
maggiore anche di turisti in Europa e nel mondo. Quindi, con la presenza proprio di persone Cinesi nel
mondo che hanno fatto capire quanto sia importante una delle festività maggiori dell’Oriente, già molto
importante in Oriente. D’altra parte, a Milano, abbiamo una tradizionale collaborazione con la città; dove
già da molti anni festeggiamo il Capodanno cinese in via Paolo Sarpi, con la tradizionale parata.
Per cui io vedo le due cose in sinergia, in armonia dentro questo mondo sempre più globalizzato, dove la
presenza cinese è positiva. Porta ricchezza, porta nuove opportunità sia per chi è rimasto qua, come noi, sia
per chi invece viene della Cina.
Avv. Giovanna R. Stumpo, Cofounder di LawTalks.it “Paradossalmente, è aumentato anche l’interesse
dell’italiano per questa tradizione tipicamente orientale. Anche perché cade in un periodo dell’anno
totalmente avulso rispetto al nostro Capodanno.”
Esatto, questo credo sia un po’ perché ormai in Italia c’è una seconda/terza generazione. Persone come me
che hanno anche sposato degli Italiani; quindi assolutamente incluse nella società; e, d’altra parte, ci sono
anche società cinesi che vengono in Italia, investono qui, acquistano società qui, c’è dunque anche una
maggiore inclusione, una fusione delle due culture, sia a livello aziendale che economico.
Vedo il crescente interesse del cittadino medio italiano; infatti i nostri studenti aumentano di anno in anno
e questo credo sia molto positivo.

Law Talks Redazione

Guarda tutti i post

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *