LO STUDIO AMERICANO LITTLER MENDELSON, ESPANDE LE SEDI EUROPEE APRENDO IN ITALIA

“Ho lavorato con Littler e con i suoi Soci, di fatto negli ultimi dieci anni. -spiega l’Avv. Carlo Majer, di Littler
Mendelson – Da quando mi sono affacciato con la mia professione all’ambito internazionale frequentando
le organizzazioni, i convegni e lì sono entrato in contatto con loro. Ci siamo evidentemente piaciuti,
abbiamo iniziato a lavorare insieme in qualche occasione e da qui è iniziata tutta la storia. Dopodiché
Littler, che è sempre stato un grandissimo Studio in America e che aveva guardato soprattutto al Centro
America come suo obiettivo principale di espansione, per evidenti ragioni di business legate alla propria
clientela, ha deciso di aprirsi anche all’ Europa. E da lì è nata l’operazione di espansione in Germania,
Francia ed Inghilterra. L’anno scorso, chiacchierando con loro, è nata l’idea di ampliare ulteriormente gli
orizzonti con l’Italia. Proprio da lì c’è stata la nostra immediata disponibilità a fare un discorso di questo
genere, per seguire gli approfondimenti necessari per capire se c’era effettivamente spazio; sulla base di
questo iter, è iniziato tutto il processo che poi ci ha portato effettivamente ad aprire Littler in Italia
quest’anno”.
“L’arrivo di Littler in Italia è importante per il mondo delle aziende perché sostanzialmente Littler significa
competenze e Know how e questo a livello worldwide, quindi con una rete di Professionisti in grado di
soddisfare le esigenze delle imprese anche in altri Paesi e di fornire veramente un’assistenza globale. –
afferma l’Avv. Edgardo Ratti di Littler Mendelson – Inoltre, bisogna ricordare che Littler ha un approccio
estremamente innovativo, anche in termini di intelligenza artificiale e di IT; e quindi questo sicuramente è
un valore aggiunto che forse, mi permetto di dire, mancava nello scenario del Diritto del lavoro italiano.
Littler è molto positiva sull’apertura in Italia. Sia perché ha molta fiducia tanto nell’amico Carlo che in me,
sia perché ha molta fiducia nel mercato italiano e vi sono in Italia molte società straniere, segnatamente
americane, che vi operano. Quindi sicuramente Littler si aspetta che ci sia in Italia un ufficio che sia in grado
di soddisfare le esigenze delle varie imprese e inserisce l’Italia in quel contesto di espansione internazionale
che la va a confermare come Practice Labour, primaria a livello globale”.

Law Talks Redazione

Guarda tutti i post

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Newsletter di Law Talks

Accetto l'informativa sulla privacy

I Vostri video

Per video corporate, video presentazioni, convegni, videonewsletter, contatta la Redazione per maggiori informazioni.

Più Info