Avv. Enrica Ghia: il recruiting di Studio

Qual è il candidato ideale per lo Studio Legale Ghia? Lo abbiamo chiesto direttamente al managing partner dello Studio, l’avv. Enrica Ghia. “Se mi chiedete come si faccia ad entrare nello Studio Legale Ghia, vi dico che negli anni abbiamo impostato un metodo di reclutamento dei nostri collaboratori che è fondato sull’elaborazione di pareri scritti e ovviamente su colloqui di confronto”.

“Cosa emerge da questi pareri? Innanzitutto noi vogliamo capire se la persona che abbiamo davanti è capace di destreggiarsi con gli strumenti del Diritto: Codici, Leggi…Etc. Bisogna avere la fantasia di approcciare il problema da vari punti di vista. In realtà i curricula che riceviamo di solito ci dicono molto poco della persona, le lingue i voti ricevuti nella carriera accademica sono certo importanti ma ormai quello che veramente conta è sapere l’inglese bene, e questo è imprescindibile, (è un mio consiglio diretto) e per il resto una gran voglia di fare e imparare”.

“Perché aldilà di quella che può essere la propria esperienza professionale anteriore o la preparazione accademica, in realtà quando si entra in una nuova realtà lavorativa bisogna comunque rimboccarsi le maniche, avere tanta umiltà, voglia di condividere una nuova avventura.  Questa parte della preparazione di ciascuno di noi, che identifichiamo come approccio di energia positiva e di intelligenza emotiva della persona, per noi è fondamentale. Bisogna aver voglia di fare, non essere pigri, ma lanciarsi”.

Law Talks Redazione

Guarda tutti i post

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Newsletter di Law Talks

Accetto l'informativa sulla privacy

I Vostri video

Per video corporate, video presentazioni, convegni, videonewsletter, contatta la Redazione per maggiori informazioni.

Più Info