Avv. Dante De Benedetti la Storia di MDBA

“MDBA sta per Migliorisi De Benedetti e Associati. L’ Avvocato Claudio Migliorisi, è stato mio compagno al liceo ed all’università. Lui era la persona seria dei due. Era studente liceale modello, laureato con lode, law school in America, insomma un Avvocato con la A maiuscola. Un Avvocato serio, conteso dai più grandi Studi legali. Io nel frattempo allenavo”. Così spiega l’ Avvocato Dante De Benedetti, Managing Partner dello Studio Legale MDBA.

“Ci siamo rincontrati nel 2008 per caso, più o meno come tutte le cose che sono successe nella mia vita. E abbiamo ripensato a quando nei corridoi, fuori dalla biblioteca in università, scherzavamo sul fatto che magari un giorno avremo aperto uno Studio legale insieme. Un’altra serie di casualità hanno fatto sì che lui cercasse dei nuovi locali per lo Studio, io avessi voglia di ingrandirmi perché all’epoca io ero, non dico una one man band, ma avevo davvero pochi collaboratori. Invece lui aveva uno Studio più strutturato e quindi abbiamo deciso di metterci insieme e di venire qui dove siamo ancora adesso dopo quasi 10 anni, in Piazza Castello a Milano”.

“Uno dei migliori pregi è che ci capiamo. Siamo stati insieme quando avevamo 15 anni. Siamo stati insieme quando ne avevamo 20. Quindi sappiamo che quando ci sono discussioni, e ovviamente ce ne sono, noi una soluzione la troviamo. Quindi non c’è mai un momento di vera tensione. Ci sono momenti di confronto, nell’assoluta certezza che comunque, grazie all’onestà intellettuale con la quale ci approcciamo alle cose, e grazie al fatto che ci conosciamo da troppo tempo e che oramai siamo troppo vecchi per pensare ad altro, una soluzione la troveremo. E tendenzialmente sarà una soluzione che poi soddisferà tutti”.

L’ Avvocato De Benedetti si trova però in difficoltà a enumerare i limiti del su Studio, “non nel senso che non ci siano, ma perchè io impazzisco per i dettagli, quindi non faccio altro che vedere limiti e difetti; secondo il mio Socio sono un pazzo paranoico e sicuramente ha ragione lui. Io non vedo limiti, non vedo difetti, vedo cose ancora da fare, vedo aspetti da migliorare e quelli per fortuna ce ne sono; e ce ne sono tanti. Per cui il giorno in cui dovessimo essere uno Studio perfetto, sarebbe tutto quanto tremendamente noioso”.

Law Talks Redazione

Guarda tutti i post

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Newsletter di Law Talks

Accetto l'informativa sulla privacy

I Vostri video

Per video corporate, video presentazioni, convegni, videonewsletter, contatta la Redazione per maggiori informazioni.

Più Info